martedì 26 agosto 2008

tipografi di centrali nucleari

Una centrale nucleare da 1GW in un anno? Basta una macchina in tipografia.

E adesso chi lo va a spiegare al nostro presidente del consiglio?



OK, non sarà proprio così, ma non è molto differente da quello che nanosolar promette di fare con una semplice macchina dal costo di meno di 2 milioni di dollari: stampare celle solari per 1 GigaWatt in un anno... praticamente la potenza di una centrale nucleare.

Probabilmente i numeri sono un po gonfiati, il GW sarà la potenza di picco, le celle vanno poi montate e collegate ad un impianto, c'è da tener conto del costo del materiale (inchiostro e film) ma... tenete anche conto che tutto questo si fa con una singola di queste macchine... che non sono poi molto diverse da una comune macchina da tipografia.

;-)

350



http://www.350.org/en/animation

lunedì 25 agosto 2008

la storia delle COSE

Da vedere:

forse alla fine un po troppo sdolcinata ed ottimistica... ma ad ogni modo istruttiva.

P.S.
grazie Bernardo

giovedì 21 agosto 2008

Petrolieri benefattori dell'automobilista italiano?


Visto che ormai tutti i giorni devo leggere notizie di gente che si lamenta di come il prezzo della benzina scenda molto meno di quello che scende il petrolio... vorrei dimostrare come (usando le stesse armi) è facile dimostrare come invece i petrolieri ci rimettano di propria tasca, pur di offrirci la benzina ad un costo inferiore di quello che dovrebbe essere se salisse come il petrolio.

lo sapete a quanto ammontava il prezzo del petrolio il 6 febbraio di questo anno? 88,701 $/barile
ed il prezzo della benzina sempre il 6 febbraio? 1.370 €/litro

il prezzo del petrolio il 12 agosto di questo anno (ultimo dato storicamente disponibile) invece il prezzo del petrolio era a quota 113,01 $/barile mentre il prezzo della benzina era 1.471 €/litro

come potrete notare di fronte ad un incremento della materia prima (petrolio) del 27.4% il prezzo della benzina è aumentato solo del 7.4%

insomma i petrolieri stanno facendo di tutto per contrastare l'aumento dei prezzi del petrolio... rimettendoci (se necessario) di propria tasca.
P.S.
prima di inziare ad insultarmi guardate invece questo link... ;-)

mercoledì 20 agosto 2008

petrolio-euro e benzina




Un po per verificare se effettivamente chi si lamenta tanto del prezzo della benzina che non scende... un po per passione personale mi sono introdotto nel mondo dei numeri.

In poche parole mi sono cercato i dati del 2008 di prezzo del petrolio, cambio euro/dollaro e prezzo della benzina alla pompa (con o sena accise).

Beh... il risultato è abbastanza significativo, soprattutto prendendo il discostamento in percentuale rispetto ad una media annua della differenza prezzo del petrolio, prezzo della benzina.

Insomma sembra proprio che tutto questo scandalo sul prezzo della benzina di oggi non esista... almeno molto meno di quello che si sarebbe potuto dire 6 mesi fa.

fonti:
http://www.prezzibenzina.it/
http://www.statistics.dnb.nl/index.cgi?lang=uk&todo=Koersen
http://www.eia.doe.gov/

aggiornamento:
visto che i grafici risultavano poco chiari ho deciso di riportare l'andamento del prezzo della benzina al netto delle accise "scalando" le ordinate rispetto al prezzo del petrolio in euro secondo la media del 2008.

martedì 19 agosto 2008

MOTORE AD ARIA COMPRESSA: novità nascoste?


Ogni tanto mi nasce ancora la curiosità per il motore ad aria compressa dell'ing. Angelo di Pietro, del quale ormai chi segue questo blog sa praticamente tutto.

Girando per la rete mi sono imbattuto nell'immagine che riporto a fianco: sembra quindi che la ricerca sul motore stia continuando verso un'evoluzione a 9 camere di espansione invece delle 6 precedenti e con una sensibile riduzione del peso attraverso l'eliminazione di ulteriore materiale inutile intorno alla camera.

La sensazione è che il prodotto si sia approssimando ad una maturità, probabilmente attraverso finanziamenti esterni in vista di una possibile commercializzazione.

Rivolgo i migliori auspici a questo caparbio e capace ingegnere, in attesa di poterlo contattare nuovamente.

martedì 12 agosto 2008

petrolio ed euro


Visto che on-line non riesco a trovare una risorsa che mi dia la quotazione in euro del petrolio vi spiego come è possibile ricavarla con poco sforzo (quello l'ho fatto io).

Innanzi tutto è doveroso trovare una quotazione storica del cambio euro-dollaro:
http://www.statistics.dnb.nl/index.cgi?lang=uk&todo=Koersen
potete scaricare in formato excel addirittura le quotazioni giornaliere dell'ultimo anno

Poi occorre trovare uno storico della quotazione del petrolio (chiaramente in dollari):
http://tonto.eia.doe.gov/dnav/pet/pet_pri_wco_k_w.htm
trovate a destra nella colonna view history i dati in formato excel settimanali della quotazione dei vari titoli del petrolio.

Non resta che intersecare i dati delle due tabelle tramite le funzioni di excel o di open office (foglio elettronico versione open source e compatibile con excel) et voilà il gioco è fatto.

Nell'immagine vi riporto un esempio.

venerdì 1 agosto 2008

deflettori alzati capitano kirk

Eccoci qua, ad un passo dalle ferie (almeno per alcuni) in una situazione del tutto irreale.

Per quanto il prezzo del greggio ci stia dando una lieve illusione di stabilità (sia pure a caro prezzo) sembra ormai assodato che siamo ad un passo dal picco del petrolio, con tutto il bagaglio di problemi annessi e connessi.

Non lo annunciano solamente i soliti disfattisti, ma anche enti ben più istituzionali... per non contare tutta quella serie di segnali economici e sociali (crisi delle banche, inflazione alle stelle, crisi dell'intero settore del commercio ed anche produttivo).

In questo quadro ben poco idilliaco, nella previsione di un rientro dalle ferie con poche certezze di stabilità (specie economica) i nostri politici si stanno premunendo.

Impunità per le alte cariche, eserciti in strada, immunità parlamentari reclamate a gran voce, riforme della giustizia, nuove leggi elettorali per il parlamento europeo ecc.: il sistema partitico e dei suoi referenti nel mondo economico stanno alzando le barricate.

Immaginate un intero sistema che sta per crollare, immaginate una classe dirigente che negli anni si è tranquillamente fatta i propri interessi e che è in buona parte colpevole dei dissesti finanziari del paese... immaginate un popolo alla fame, con i conti correnti bloccati e BOT e CCT congelati.
E' uno scenario che deve far molta paura ai nostri politici, tanto che di comune accordo destra e sinistra stanno cercando di far di tutto per proteggersi.

Diciamo che ci stanno pensando da svariati anni, che hanno lavorato ai fianchi, infiacchendoci poco a poco... riempiendoci di menzogne, di un illusorio benessere patinato, impedendoci di pensare, spingendoci a tifare... per poi arrivare in dirittura e farci accettare quanto di più odioso non avremmo mai accettato di subire: la perdita dei diritti.

Dite che sono un po giù di morale? Dite che mi sono bevuto il cervello? vedremo miei cari... vedremo.