sabato 14 aprile 2007

BENEFICENZA E MARKETING


Come si può ripulirsi la faccia e farsi un po di pubblicità a poco prezzo?

La SONY sembra avere le idee chiare: facendo un po di beneficenza interessata.

Folding@Home, chi lo conosce? è un'idea geniale di alcuni ricercatori che avevano bisogno di una grossa potenza di calcolo per fare le proprie ricerche, ma non potevano permettersi anni per aspettare i risultati, ne per potersi comprare un tempo macchina sufficiente presso qualche supercomputer.
In pratica hanno proposto a chi ne abbia voglia, di donare un po dei propri cicli di clock (magari quelli dove il PC non fa praticamente niente se non aspettare qualche click di mouse o tasto premuto) per dare il proprio contributo alla ricerca medica (per dare un'idea si fa ricerca sul cncro, parkinson ecc.).

Un'idea grandiosa, sono riusciti ad interessare centinaia di migliaia di persone, ad oggi in questo modo hanno a disposizione di una potenza di calcolo paragonabile se non superiore ai più potenti supercomputer del pianeta, ma non per tempi limitati, bensì per 24 ore su 24.

Che c'entra la SONY? beh, al lancio della nuovissima PlayStation3 hanno ben pensato di integrare nel software della macchina un client per questa iniziativa: chissà perché ;-).

L'architettura della nuova macchina ha in effetti lasciato molti con dubbi, sia legati ai suoi limiti in campo ludico, sia legati alla sua difficoltà di programmazione. Un modo insomma per dimostrare la potenza del processore integrato ( il CELL sviluppato da IBM) e probabilmente per fornire un motivo in più (umanitario ?) per far acquistare la propria console.

Non voglio dare giudizi in merito: non mi piacciono i falsi moralisti e neppure chi fa beneficenza per poi vantarsi e poi non mi piacciono i giudizi, ne ho solo parlato perché comunque Folding@Home è un'iniziativa lodevole ed è giusto farla conoscere.

http://folding.stanford.edu/italian/

saluti

Daniele
Posta un commento