mercoledì 23 maggio 2007

da F2S2 una petizione per i driver aperti


Ormai oggi tutti conoscono i computer, molti li usano ma in quanti sanno dell'esistenza del software GNU o aperto? In quanti conoscono che esistono alternative "libere" e spesso gratuite ai normali Sistemi Operativi e Applicativi chiusi ed a pagamento?

In realtà la consapevolezza di alternative a Windows per utilizzare un computer (come ad esempio MAC OSX o GNU Linux) si sta diffondendo grazie anche alla diffusione di canali di distribuzione hardware (l'oggetto computer insomma) quali ESSEDI, Computer Discount e ultimo (ma non per ordine di importanza) DELL che forniscono computer con Linux preinstallato in alternativa a Windows.

Senza dover comprare un PC però, è facilissimo provare od installare Linux gratuitamente su un qualsiasi computer (magari vecchio visto che funziona bene anche senza dover avere un computer ultimissima generazione) esistono varie distribuzioni, alcune veramente facili da installare quale l'ultima versione di ubuntu.
In realtà molti di quelli che hanno provato ad usare linux un po di tempo fa, visto che ad oggi la situazione è migliorata di molto, si è sicuramente scontrato con la difficoltà di configurare o far funzionare tutte le periferiche del computer correttamente (audio, modem, scheda video ecc.), questo essenzialmente per un motivo: pochissimi produttori di periferiche o altro hardware è disposto a sviluppare i propri driver (software in grado di interfacciare il sistema operativo con il componente hardware) per linux, ufficialmente per motivi legati alla limitata diffusione di questo OS.

In realtà, contro l'apertura di un nuovo segmento di mercato quale quello degli utenti Linux, non sarebbe necessario alcun investimento per avere dei driver specifici: la comunità degli sviluppatori si è auto-proposta per svilupparli di propria iniziativa a costo zero, l'unica cosa necessaria sono le informazioni necessarie per svilupparlo (le specifiche hardware) oppure i sorgenti dei driver sviluppati per le altre piattaforme.
Tutto questo non avviene ancora, i produttori adducono adesso motivazioni un po pretestuose legate alla protezioni dei segreti industriali delle proprie periferiche: in realtà la concorrenza non mancherebbe dei mezzi necessari per scoprire i "segreti" della periferica (i programmi di reverse engineering non sono certo sconosciuti) i veri segreti industriali da proteggere sono gli studi sui prodotti futuri e sui sistemi di produzione, non certo le interfacce o i sorgenti dei driver.

Per cercare di porre fine a questo stato di cose, un gruppo di utenti, spesso non tecnici informatici, ha deciso di organizzarsi sotto l'acronimo di f2s2 (free software free society) in una petizione per richiedere alle aziende il rilascio dei sorgenti dei driver per le piattaforme GNU-Linux: allo scopo hanno organizzato un rigoroso sistema per il controllo e la verifica della veridicità delle firme ed un archivio dei firmatari rispettoso dei propri firmatari.
Visto però che nessuno ha giustamente il potere di interferire nelle scelte commerciali di un'azienda, l'intento di tale petizione è essenzialmente uno: prendere le aziende "per la gola" dimostrando che il mercato legato al mondo Linux è tutt'altro che poco appetibile.

Per questo motivo è vitale che la petizione ottenga il maggior numero di firme possibile, chiunque sia interessato all'argomento è invitato a firmare la petizione ed a farla conoscere.
Vi invito dunque a farlo, perché disporre di piattaforme alternative a windows fornisce comunque una possibilità di scelta ed è sicuramente un fatto che porterà benefici a tutti.

link:
http://f2s2.org
Posta un commento